Rando Valleys 2016


Randonnèe nelle valli del Natisone

Manifestazione ideata per far conoscere ed apprezzare le bellezze delle valli del Natisone in sella ad una bici da corsa.
Un evento che siamo sicuri entrerà nella storia delle Valli del Natisone e nei cuori dei partecipanti e degli spettatori.

RANDOVALLEYS 2Data:

Sabato 3 settembre 2016

Programma:

Iscrizioni, logistica, partenza e arrivo presso il Palestra del polo scolastico comunale di S. Pietro al Natisone.

  • dalle ORE 18:00 alle ORE 20:00 venerdì 2 settembre iscrizioni e consegna road book.
  • dalle ORE 06:30 alle ORE 07.45 sabato 3 settembre iscrizioni e consegna road book.
  • dalle ORE 07:30 alle ORE 08:00 Partenza Randonnèe.

Percorso:

3 lunghezze:

  • 100 Km con 1500 m di dislivello
  • 153 Km con 2800 m di dislivello
  • 203 Km con 4100 m di dislivello
    Scarica qui il percorso della RandoValleys 2016

Altre informazioni:

La manifestazione è inserita nel circuito randonèe del nordest e nel challenge delle randonèe estreme:
Clicca qui per maggiori informazioni sulle randonèe del sito audaxitalia.it
Facebook Girorando nel Nordest

Descrizione percorsi 100, 153, 203:

I tre percorsi sono uno la prosecuzione del precedente e tutti iniziano a finiscono a San Pietro al Natisone.
Le strade che sono percorse attraversano non solo tutte le valli del Natisone, ma anche quella dell’Isonzo.
Si potrà godere della loro splendida e selvaggia bellezza con alcuni punti panoramici di grande suggestione e spettacolarità.
Ma veniamo alla descrizione dei percorsi.
Si partirà dalla Palestra del polo scolastico S. Pietro al Natisone dalle 7:30 alle 8.00, in ordine scaglionato di 15’ a seconda del percorso che si ha intenzione di affrontare. Prima gli iscritti che affronteranno i 203 Km, quindi quelli di 153 Km e infine i 100 km.
I primi chilometri percorrono il fondovalle del Natisone, sfiorano Cividale e superano lo strappetto della Bucovizza che porta ad Albana. Al termine della breve discesa si gira a sinistra per inoltrarsi nella selvaggia Val Judrio. In leggera ascesa si arriva a Podresca (visibile fontana sulla sinistra) dove inizia la prima salita. Sono 5 Km al 8% medio, molto regolari in mezzo ad un fitto bosco intervallati da un breve tratto di riposo passando per il paesino di Oborza da dove si vede il santuario di Castelmonte.
Poco dopo il culmine della salita, il passo di S. Nicolò, si giunge al trivio Spich, uno splendido punto panoramico sul Matajur e sulle valli del Natisone.
Girando a destra inizia la meravigliosa cavalcata lungo la strada panoramica di Tribil in mezzo a boschi di castagni e prati. La strada è molto vallonata e panoramica con alcuni strappetti anche oltre il 10%.
Al trivio per il passo Solarie si gira a destra per 3 Km di salita abbastanza impegnativi che si concludono in territorio sloveno ad un altro trivio. Seguendo le indicazioni per Tolmin inizia una velocissima picchiata verso la valle dell’isonzo. Ad un incrocio si svolta a sinistra e dopo 500 metri ad un altro incrocio si gira a destra seguendo le indicazioni per Tolmin e lo stesso ad una vicina rotonda. Superato il ponte sull’Isonzo si arriva al paese e in corrispondenza di un incrocio semaforico si svolta a sinistra e al bivio successivo si gira ancora a sinistra seguendo le indicazioni per un camping. Dopo circa 1 Km si arriva a Doljie e tenendo la sinistra inizia la splendida pedalata sulla strada panoramica che porta a Kobarid. In mezzo a boschi e splendidi prati con lo scorrere dell’isonzo alla propria sinistra si attraversano i paesini di Kamno e Ladra in un divertente percorso vallonato che termina al bivio per Dreznica in corrispondenza di uno stretto ponte sull’Isonzo. Si gira a sinistra attraversando il ponte e si arriva a Kobarid superando una ripida rampa. Qui si seguono le indicazioni per Italia e si ritorna velocemente a S.Pietro al Natisone, dove termina il percorso di 100 Km.
Il percorso da 150 Km prevede di spostarsi nella valle dell’Alberone dove a Savogna inizia la salita verso Ieronizza. Arrivati a questo piccolo borgo si seguono le indicazioni per Dus e Masseris lungo una strada poco conosciuta, ma molto spettacolare.
A Masseris si svolta a destra per iniziare una veloce discesa verso Cepletischis che si raggiunge svoltando a sinistra ad un larghissimo bivio/tornante.
500 m di dolce salita portano alla chiesa di Cepletischis e quindi di nuovo in discesa si raggiunge prima Polava (sede dell’unica stupa tibetana in Italia) e quindi il confine con la Slovenia dove inizia la salita per Luico e il Kolovrat.
A Luico si deve tenere la destra e dopo una breve discesina si riprende a salire verso il crinale del Kolovrat. Dopo il culmine iniziano 3 Km magnifici: la strada corre a strapiombo sulla valle dell’Isonzo e regala un panorama grandioso sulle vicine Alpi Giulie. Si passa anche accanto ai resti delle trincee della I guerra mondiale. Segue un chilometro molto ripido in discesa e si raggiunge di nuovo il trivio per il passo Solarie. Tenendo la destra si ripercorre la strada fatta in precedenza fino al trivio in località Crai. Qui si tiene la destra, seguendo le indicazioni per Drenchia. Inizia così la strada panoramica di Drenchia che termina a Trusgne. In 4 Km di ripida e tortuosa discesa si arriva a Clodig e quindi si ritorna di nuovo a S. Pietro al Natisone. Termina così il percorso da 153 e inizia il finale di quello da 203.
Da S.pietro ci si sposta a ponte S. Quirino, si supera il ponte sul Natisone e mantenendosi sulla riva desta del fiume si arriva lungo una strada panoramica e molto mossa a Loch. Qui si supera un altro ponte sul Natisone per iniziare la salita al passo Glevizza. E’ una salita di 10 Km, di cui i primi 7 molto impegnativi.
Scollinato il passo Glevizza in 1 Km in leggero falsopiano si raggiunge il paesino di Montemaggiore e qui iniziano gli ultimi 4 Km di salita verso il rifugio Pelizzo, che a quota 1325 rappresenta la cima Coppi della Randonneè. La discesa finale è molto lunga, ma altrettanto veloce. Termina a Savogna e da lì in facile fondovalle si torna a S. Pietro al Natisone.

20150823_084109

Regolamento:

  1. PRINCIPI:
    una Randonnèe è una manifestazione che nasce con un unico fine, il divertimento. Non ha fini agonistici ma puramente amatoriali, quindi è da considerarsi NON COMPETITIVA.
  2. PARTECIPAZIONE:
    libera, come qualsiasi altra Randonnèe, dopo aver rilasciato una dichiarazione liberatoria.
  3. COMPORTAMENTO:
    il rispetto dell’ambiente, della montagna è al primo posto nelle intenzioni dell’organizzazione e lo deve essere anche in quelle dei partecipanti che devono rispettare il regolamento della manifestazione e il codice della strada.
    Durante la manifestazione vi consigliamo di godervi lo spettacolo delle Valli del Natisone.

Quota di iscrizione:

  • Euro 10,00 per gli iscritti entro il 20 agosto 2016
  • Euro 15,00 per gli iscritti oltre il 20 agosto 2016

Pagamento:

  • Effettuare il bonifico bancario sulla Banca di Credito Cooperativo di Manzano filiale di San Pietro al Natisone intestato ad Associazione Vallimpiadi IBAN: IT64W0863164230000100855788 BIC: RUAMIT21SPN SWIFT: RUAMIT22, causale versamento “Iscrizione RANDOVALLEYS” e “NOME” e “COGNOME” del partecipante.
  • Poi inviare via email copia della contabile del bonifico a friulfloydian@yahoo.it oppure via fax al nr. 0432717216
  • Scarica qui la delega da portare compilata il giorno dell’evento

Le iscrizioni si aprono il 1 agosto 2016!!!

Per PREISCRIVERTI  Clicca qui

Contatti:

Nome: Gianpaolo Vicario
Telefono: 3333405433
E-mail: friulfloydian@yahoo.it

 

mah

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

INFORMATIVA: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Chiudi